Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. website uses session cookies which are required for users to navigate appropriately and safely. Session cookies created by the Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. website navigation do not affect users' privacy during their browsing experience on our website, as they do not entail processing their personal identification data. Session cookies are not permanently stored and indeed are cancelled when the connection to the Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. website is terminated.
More info
OK

Linee a Elettra: Arte o Scienza?


"Linee di cobalto", proposta da Andrea Lausi, Edoardo Busetto e Milos Kopecky, è una delle 13 immagini, selezionate tra le 87 opere partecipanti al concorso Arte o Scienza?, che hanno ricevuto un riconoscimento e che sono state affisse in formato gigante nelle strade di Trieste, dal 23 settembre al 6 ottobre 2013. Le immagini sono state anche raccolte dagli organizzatori in una mostra allestita a Trieste, in Piazza dell’Unità d’Italia, nell’ambito delle manifestazioni La Notte dei Ricercatori e TriesteNext. 

Si tratta di un rendering a colori della figura di diffrazione prodotta dalla fluorescenza degli atomi di Cobalto in un cristallo di CoO e raccolta su un rivelatore a area. La geometria e l'intensità delle linee sono legate alla disposizione degli atomi nel campione e sono dovute allo stesso fenomeno di diffrazione che sta alla base delle tecniche cristallografiche. La differenza fondamentale - e la relativa complessità della schema delle linee - deriva dal fatto che la sorgente della radiazione - la fluorescenza eccitata in questo caso con i raggi x di una delle linee di luce di Elettra - non è esterna, come ad esempio una sorgente di raggi x da laboratorio, ma interna al campione stesso. 

Nella foto, gli autori Lausi e Busetto ritratti davanti al poster gigante affisso nel rione di Roiano.

 

 

Last Updated on Tuesday, 17 June 2014 15:46