Il sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A. utilizza i c.d. cookies tecnici di sessione, il cui impiego è funzionale alla navigazione nel nostro sito in maniera corretta e sicura.
I cookies tecnici di sessione utilizzati non pregiudicano la riservatezza della navigazione degli utenti, non consentendo l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.
I cookies tecnici di sessione non vengono memorizzati in modo persistente, ma vengono cancellati una volta terminata la connessione al sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.
Per maggiori informazioni vedi vedi questa pagina.
OK

Suggerimenti utili all'utilizzo dello Smart Working ad Elettra

A causa delle misure governative volte a limitare la diffusione dell'epidemia di COVID-19, a partire dal 24 febbraio 2020 ai dipendenti di Elettra è stata data l'opportunità di lavorare da remoto utilizzando strumenti messi a disposizione dall'infrastruttura IT aziendale.
In questa pagina vengono raccolte alcune informazioni utili ad utilizzare in maniera efficiente questi strumenti.

Redirezione del telefono fisso

Questa funzione consente di ricevere le telefonate ricevute al numero del telefono fisso dell'ufficio verso un altro numero telefonico (fisso o mobile).
Quando si riceve la chiamata viene visualizzato il numero telefonico del quale è stata impostata la redirezione, non essendo possibile vedere l'effettivo numero del chiamante.

Per attivare la redirezione:

volendo reindirizzzare al cellulare con numero 333 9999999 tutte le chiamate in arrivo al numero del telefono fisso del proprio ufficio, bisogna digitare la seguente sequenza sulla tastiera del telefono dell'ufficio: *21*03339999999#

Per disattivare la redirezione:

digitare sulla tastiera del fisso dell'ufficio la sequenza #21#

Questa operazione può venire fatta solo in presenza operando sul proprio telefono dell'ufficio.

Riunioni virtuali in teleconferenza

Dovendo evitare la partecipazione fisica alle riunioni, è possibile avvalersi di software e servizi dedicati alle teleconferenze: Skype, Jitsi o Zoom.
Tutti questi sistemi possono essere utilizzati sulle piattaforme informatiche più comuni e usano app dedicate sugli smartphone.
Vi consigliamo di utilizzare Skype o Jitsi se il numero di partecipanti alla riunione è inferiore alle 6-8 persone e queste sono dotate di una buona connessione a Internet.
Zoom va invece preferito quando il numero di partecipanti è elevato oppure quando qualche partecipante non dispone di una buona connettività. Fra le possibilità offerte per chi ha problemi di connettività o non ha proprio a disposizione un collegamento a Internet, vi è infatti quella di partecipare alla conferenza attraverso una semplice telefonata chiamando uno dei numeri telefonici nazionali indicati nell'invito ed inserendo il meeting id e la password riportati nell'invito stesso.

Skype
Skype è un software di audio/video-conferenza molto popolare che non ha bisogno di presentazioni. Ha ottime prestazioni anche con risorse computazionali esigue e, con la nuova funzionalità Meet Now ossia "Riunione Immediata”, consente di generare un link da condividere con i partecipanti anche se essi non hanno un account Skype e senza comunicare loro il proprio identificativo.
Ulteriori informazioni di approfondimento possono essere reperite all'indirizzo riportato qui sotto:
https://support.skype.com/it/faq/FA34926/che-cos-e-riunione-immediata-e-come-si-utilizza-in-skype.

Jitsi
È disponibile un servizio di videoconferenza basato sul software opensource Jitsi e fruibile all’indirizzo https://meet.elettra.eu.
Esso consente  di organizzare videoconferenze inserendo le stesse credenziali dell’account di posta elettronica di Elettra. Il servizio è in fase di ottimizzazione e potrebbero verificarsi dei disservizi che verranno opportunamente comunicati per tempo. Jitsi rilascia un link che può essere condiviso facilmente con i partecipanti e il meeting può essere protetto da una password.
È opportuno usare la versione più aggiornata di Chrome per ottenere i migliori risultati.

Zoom
Elettra ha a disposizione alcune licenze per l'utilizzo di un servizio di videoconferenza chiamato Zoom, un prodotto semplice da utilizzare, compatibile con tutti i più comuni dispositivi e sistemi operativi e con ottime prestazioni anche su collegamenti lenti.
Si consiglia di creare un'account sul portale di Zoom utilizzando il proprio indirizzo di posta elettronica di Elettra come nome utente. Una volta registrati è già possibile utilizzare il servizio con le sue funzionalità base, sostanzialmente complete dal punto di vista dell'utente, ma limitate a sessioni di videoconferenza di soli 40 minuti.
Se si viene invitati ad una riunione virtuale, sarà comunque possibile unirsi ad essa anche senza essere registrati.
Nel caso in cui si abbia bisogno di organizzare e prenotare una riunione di durata superiore, è necessario inoltrare una Richiesta IT attraverso il VUO.
Verrrà richiesto di indicare un titolo per la riunione, la data e ora di inizio e la durata prevista. Il richiedente riceverà nel messaggio di chiusura della Richiesta IT le informazioni da inviare ai partecipanti per iniziare/unirsi alla riunione virtuale.
Si richiede di inviare la richiesta con sufficiente anticipo in modo da dare la possibilità agli operatori dedicati a questo servizio di evaderla in tempo.
È possibile visionare dei brevi tutorial sull'utilizzo di Zoom all'indirizzo https://support.zoom.us/hc/en-us.

Elettra.chat

Per facilitare la comunicazione fra team di lavoro si può usare il nuovo servizio Elettra.chat - realtime rich communication.
Tale servizio integra una o più chat in tempo reale (simile a Telegram, Whatsapp etc.) con notifiche via email, file upload, videoconferenze (attraverso Jitsi).
Si consiglia di creare dei canali (gruppi) privati per ogni attività o progetto che può usufruire di questo efficace strumento.

Breve introduzione al servizio VPN (Virtual Private Network)

Quasiasi dispositivo connesso a Internet, in qualsiasi parte del mondo, può essere configurato per attivare una connessione VPN (Virtual Private Network) per lavorarci come se esso fosse collegato direttamente alla LAN (Local Area Network - Rete Locale) di Elettra. In questo modo sarà possibile accedere a serivi interni o collegarsi a macchine non visibili da Internet, che altrimenti non sarebbero disponibili.
Tutte le indicazioni necessarie alla richiesta dei certificati per la connessione VPN e alla configurazione dei dispositivi, si trovano in questa pagina.
 

Quali sono i servizi per accedere ai quali c'è bisogno della VPN (Virtual Private Network)?

I servizi interni ad Elettra che per essere utilizzati hanno bisogno di una connessione VPN attiva sono:
  • le cartelle Private e Public di sincro-share.elettra.eu;
  • i server che forniscono le licenze per i software che prevedono una gestione centralizzata delle stesse (Catia, Autocad, ...);
  • i computer Windows, Mac or Linux collegati alla LAN aziendale ai quali accedere attraverso Remote Desktop, VNC, ssh...;
  • il server per Zucchetti Ad-Hoc se il software è installato nativamente sul computer che si sta utilizzato in remoto, ma ATTENZIONE, questa modalità di utilizzo è altamente sconsigliata poiché l'applicativo richiede una notevole quantità di risorse di rete e presenza problemi se utilizzato attraverso una connessione lenta. Sarà quindi opportuno procedere come consigliato al punto precedente, collegandosi al computer dell'ufficio attraverso una connessione di tipo "Remote Desktop". L'Attività ICTSS vi aiuterà nella configurazione di quanto necessario per poter operare da remoto;
  • il server pwma.elettra.eu per interagire con il sistema di controllo degli acceleratori FERMI ed Elettra;
  • il cluster di calcolo ad alte prestazioni (HPC) "badger".

A quali servizi è possibile accedere senza utilizzare la VPN (Virtual Private Network)?

Tutti i servizi recentemente implementati all'interno dell'infrastruttura IT di Elettra sono accessibili, previa autenticazione, da qualsiasi computer connesso a Internet.
Ecco una lista di quali servizi possono essere raggiunti senza aver bisogno di una connessione VPN attiva:
Ultima modifica il Lunedì, 15 Giugno 2020 14:39