Il sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A. utilizza i c.d. cookies tecnici di sessione, il cui impiego è funzionale alla navigazione nel nostro sito in maniera corretta e sicura.
I cookies tecnici di sessione utilizzati non pregiudicano la riservatezza della navigazione degli utenti, non consentendo l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.
I cookies tecnici di sessione non vengono memorizzati in modo persistente, ma vengono cancellati una volta terminata la connessione al sito web di Elettra - Sincrotrone Trieste S.C.p.A.
Per maggiori informazioni vedi vedi questa pagina.
OK

EXSCALATE4CoV. Approvato un nuovo progetto per contrastare la diffusione del Coronavirus

    
Elettra Sincrotrone Trieste è risultata vincitrice, all’interno di un consorzio, di un progetto approvato dalla Commissione Europea, volto a contrastare l’infezione da COVID-19.
Il progetto EXSCALATE4CoV (E4C) è attivo dalla seconda metà di febbraio a seguito di un bando della Commissione Europea, emanato con carattere d’urgenza. Il consorzio pubblico-privato è composto da 18 beneficiari di cui 7 paesi europei; tra i partner italiani risultano anche il centro di supercalcolo Cineca, l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani ed il coordinatore Dompè Farmaceutici S.p.A.
L’obiettivo di E4C è duplice:
  • identificare molecole terapeuticamente efficaci contro il COVID-19
  • sviluppare e consolidare nel tempo uno strumento efficace per contrastare future epidemie virali.
Il progetto si basa sulla piattaforma EXSCALATE (EXaSCale smArt pLatform Against paThogEns), attualmente la più potente ed efficiente piattaforma di calcolo intelligente al mondo, sviluppata da Dompè.

Il progetto EXSCALATE4CoV sfrutterà le più potenti risorse di calcolo attualmente disponibili in Europa, per rafforzare lo sviluppo di farmaci intelligenti.
Il progetto seguirà due linee di lavoro altamente interconnesse. La prima si avvarrà di tecnologie ed algoritmi bio-informatici e chimico-informatici, mentre la seconda sarà focalizzata su un approccio genomico, biochimico e biologico.

Elettra contribuirà alla progettazione razionale di nuove molecole, potenziali farmaci, applicando strumenti di biologia strutturale, per convalidare i modelli virtuali originati dalla piattaforma EXSCALATE. Il laboratorio di biologia strutturale di Elettra e le linee di luce XRD1 e XRD2, dedicate alla bio-cristallografia, saranno impegnate nella determinazione delle strutture delle proteine bersaglio per i potenziali farmaci. Più nel dettaglio, il lavoro di Elettra non prevede l’utilizzo di virus o assemblati virali potenzialmente patogeni, ma si concentrerà esclusivamente sull’utilizzo di proteine ricombinanti. Tali proteine sono del tutto analoghe a quelle correntemente espresse ed analizzate ad Elettra, con la competenza scientifica che ha indotto a richiederne un considerevole apporto al progetto. Le proteine in questione saranno dunque cristallizzate e caratterizzate strutturalmente per studiare le proprietà di legame con le molecole proposte quali potenziali farmaci, al fine di comprendere siti e modalità di interazione, ed identificare così le linee terapeutiche potenzialmente più efficaci nella lotta contro il COVID-19.
Il team di Elettra è costituito da Paola Storici, che guiderà il progetto assieme ai responsabili delle linee di luce XRD2 e XRD1 Annie Heroux e Maurizio Polentarutti e a Federica Mantovani dell’Industrial Liaison Office.
 
EXSCALATE4CoV è considerato un progetto pilota che sarà alla base di attività future di medio termine per combattere la diffusione di COVID-19 ma anche di future emergenze infettive.

Rassegna Stampa

 
Ultima modifica il Martedì, 16 Giugno 2020 12:48