Segnalazione di condotte illecite (cd. whistleblowing)

Con la Legge n. 179 del 30/11/17, il legislatore italiano ha introdotto anche per il dipendente privato la tutela già prevista per il pubblico dipendente nel caso in cui questo segnali condotte illecite o irregolarità di cui venga a conoscenza nell’ambito della propria attività lavorativa (cd. whistleblower). La norma ha la finalità di tutelare l’interesse pubblico e generale alla legalità ed eticità sia dell’azione amministrativa che delle attività d’impresa privata.

La disciplina prevede una specifica tutela in favore del dipendente o collaboratore che, nell'interesse dell'integrità della Società segnala al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza o all’Organismo di Vigilanza condotte illecite di cui è venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

Il dipendente che segnala non può essere sanzionato, licenziato o sottoposto a una misura discriminatoria, diretta o indiretta, avente effetto sulle condizioni di lavoro per motivi collegati direttamente o indirettamente alla segnalazione, fatti salvi i casi di accertata responsabilità penale o civile per calunnia e/o diffamazione.

Elettra – Sincrotrone Trieste S.C.p.A. ha dato piena attuazione alle indicazioni normative e dell’Autorità Nazionale Anticorruzione in tema di whistleblower adottando il Regolamento per la segnalazione degli illeciti (cd. Whistleblowing).

Le modalità di trasmissione delle segnalazioni whistleblowing e le istruzioni operative per l’utilizzo della piattaforma informatica messa a disposizione dalla Società sono descritte nel sopracitato Regolamento e relativi allegati.

Il modulo per eventuali segnalazioni in formato cartaceo è disponibile qui.
 
La piattaforma informatica per la trasmissione delle segnalazioni whislteblowing è raggiungibile all’indirizzo fornito dalla Società agli aventi diritto.

 
Last Updated on Tuesday, 17 November 2020 12:13